AGESCI Scout Racale 1

E’ il 28 aprile del 1988 quando a Racale comincia l’avventura dello scoutismo. 

Infatti verso l’imbrunire di quel fatidico giorno un gruppo di 15 ragazzi con alla guida Rocco Ferenderes , Germano Agbacouc e Aldo Reho si riuniscono a casa della mamma Giovannina in Via Melissano,15 e  costituiscono il primo piccolo Reparto di esploratori formato dalle due storiche  squadriglie dei FALCHI e dei GUFI, dando inizio di fatto all’attività scout.

L’idea era stata esportata dalla piccola Gemini, dove, sotto le ali protettrici dell’intrepido don Mimmo Ozza, che  ci accoglie come fratelli nella Comunità Capi del suo Gruppo, comincia la nostra formazione di Capi dell’AGESCI, l’Associazione che ha coniugato quanto contenuto nell’opera del fondatore dello Scoutismo Baden Powell con il messaggio di salvezza annunciato da Cristo.

Nei primi tempi ci sostiene il Gruppo di Taurisano 1, di cui per circa 2 anni portiamo i colori del fazzolettone.

Nel mese di ottobre del 1988 si tengono le prime promesse e dopo le prime salite dal reparto il 25 novembre 1988 si costituisce il Noviziato che a Natale allestisce il “Presepe dei Continenti” presso l’ex macello comunale, diventato nel frattempo sede del Gruppo.

Nell’estate del 1989 il reparto Racale 1 gemellato con il reparto del Nardò 2 tiene il suo primo campo estivo a Bisegna in Abruzzo.

Nel 1990 quel Noviziato diventando Clan prenderà il nome di “Stella del Sud”. Nello stesso anno il Reparto tiene il Campo estivo  in Basilicata.

Il 1° Assistente Ecclesiastico è Don Giuliano Santantonio che oltre a sostenerci spiritualmente e moralmente ci ospita nella storica sede delle ACLI in Via Dante. 

Nel 1991 nasce ufficialmente il Gruppo Racale 1. Infatti durante un’Assemblea Regionale che si tiene presso il Seminario regionale di Molfetta, il responsabile della Zona di Lecce ci comunica l’autorizzazione all’apertura del Gruppo alla presenza del  carissimo Don Ottorino Cacciatore all’epoca Direttore Spirituale di quel Seminario e Arciprete di Racale per 14 anni.

Il Gruppo sceglie come colori di appartenenza per il suo fazzolettone il verde , il giallo ed il blu colori che richiamano il Creato: il verde dei prati sul quale splende il sole nel cielo blu.

Nel frattempo l’avventura dello scoutismo si  radica nei ragazzi ma anche in tanti adulti che cominciano ad entrare nella Comunità Capi, dando continuità all’attività educativa con i ragazzi.

Un’esperienza significativa per il Gruppo è l’incontro nel 1995 con Sebastiano Carbonara del Triggiano 1 con  il quale, grazie alla tenacia ed all’impegno di Fiorinda Manco, si tiene nel 1995 un Campo gemellato a Longobucco in Calabria. A quel campo estivo partecipa anche il nostro nuovo Assistente Ecclesiastico Don Antonio Mergola che sostiene il Gruppo in un momento molto delicato della propria esistenza.

Dal 1996 al 2007 l’Assistente Ecclesiastico è  Don Fernando Vitali  che dà un notevole impulso e stabilità al Gruppo, sostenendo i capi nel loro cammino spesso irto di difficoltà, partecipando alle attività e ai campi estivi.

Tante sono le attività che si tengono dal 1996 in poi messe in cantiere da quei Capi che rispondendo ad una chiamata-vocazione stanno insieme per servire tanti bambini, ragazzi e giovani in un momento così delicato della loro esistenza.

Ogni Gruppo è guidato da una Comunità Capi. La Comunità Capi (Co.Ca.) comprende i Capi che operano nel medesimo Gruppo locale. La loro età è di almeno 21/22 anni. Gli adulti educatori divengono Capi solo dopo un lungo percorso formativo che sfocia nel conseguimento del “Brevetto Internazionale di Capo”  sancito dall’AGESCI a nome dell’Organizzazione Mondiale dello Scoutismo. Tutti  i capi sono responsabili dell’azione educativa di ogni unità in spirito di servizio ed in totale gratuità.


Branca L/C

Il Branco Lupetti  “ La Nuova Quercia ” del Gruppo Scout Racale 1  nasce ufficialmente nel 1999 come naturale evoluzione del nostro Gruppo che sin dal 1991 aveva inaugurato la Branca E/G e la Branca R/S.

La Branca L/C accoglie i bambini dagli 7 agli 11 anni e sono 245 i bambini che dal 1999 al 2018 hanno fatto parte del Branco e hanno vissuto insieme ai Vecchi Lupi (Akela, Bagheera, Kaa, Ferao, Chil, Hathy, Fratel Bigio, Baloo) l’eccezionale esperienza della Caccia lungo la Pista della Giungla.

Più che mai nella Branca L/C  vale l’adagio scout “tutto con il gioco , nulla per gioco”, in Branco cerchiamo di far nascere nei bambini uno spirito critico, che li faccia decidere autonomamente, senza comportarsi in un certo modo solo perché lo fanno tutti o solo perché gliel’ha detto qualcuno. Il Metodo che abbiamo per mettere in pratica tutto ciò è il GIOCO, in ogni sua forma. Un gioco attivo però! Non preconfezionato! Un gioco da giocare in prima persona, con entusiasmo!

Ci sembra quindi che “fare Branco” e “essere Lupetto” vadano molto al di là di una semplice animazione per bambini, ci sembra di non essere un’Associazione ricreativa che non richieda impegno, ci sembra , è la nostra speranza, di poterVi essere utili!

Motto della Branca L-C è "DEL NOSTRO MEGLIO"

Branca E/G

La Branca Esploratori – Guide (unità denominata Reparto) del Gruppo Racale 1 prende il nome di Eraclea. La Branca si rivolge ai ragazzi dagli 11-12 ai 16 anni che si uniscono in Unità chiamate Squadriglie. Il metodo educativo utilizzato è quello dello scoutismo, i cui fondamenti si trovano nell’opera Scoutismo per Ragazzi di Baden – Powell, il fondatore.

I contenuti della proposta educativa si basano sui 4 punti di B.P.:

  1. carattere: si sviluppa mediante il sistema delle pattuglie, la promessa, la legge scout,
  2. salute fisica: viene curata per mezzo di giochi, igiene personale e di alimentazione,
  3. abilità manuale: viene sviluppata attraverso le attività di pionieristica, espressione artistica, vita da campo.
  4. servizio al prossimo: cioè il mettere in pratica la fede religiosa nella vita di tutti i giorni.

Con il termine scouting (scoutismo) si intendono l’opera e le qualità dei pionieri, degli esploratori. Dando ai ragazzi i primi elementi di questo insegnamento, noi mettiamo a loro disposizione un sistema di giochi e di attività che va incontro ai loro desideri e ai loro istinti, ed al tempo stesso ha una efficacia educativa. Lo scoutismo è attraente perchè li unisce in bande (squadriglie) basate sulla fraternità, sia che si tratti di giocare o di combinare imprese delittuose, o di bighellonare, lo scoutismo da’ loro un’uniforme che piace ed un equipaggiamento, parla alla loro fantasia e li impegna in una vita attiva all’aperto. Inoltre sviluppa buona salute e sviluppo fisico, insegna loro la tenacia, risveglia l’ingegnosità e l’abilità manuale, dà ai ragazzi coraggio, cavalleria ed attaccamento alla comunità in cui vivono, in una parola ne sviluppa la personalità, che è più necessaria di ogni altra cosa all’uomo per farsi strada nella vita.

Motto della Branca E-G è "ESTOTE PARATI"


Branca R/S

La Branca Rovers e Scolte “Samenti Pacci” nasce nel 1992.

La Branca R/S si rivolge ai giovani dai 16 ai 21 anni; la proposta educativa della Branca mentre costituisce il naturale completamento della formazione attuata nelle Branche precedenti (LC e E/G), è aperta anche all’adesione di giovani non provenienti  dallo scoutismo.

Il motto di Branca, “SERVIRE”, riassume i principi ispiratori della proposta educativa che  mira a favorire la crescita di ciascuno nell’impegno dell’autoeducazione, nella disponibilità al servizio del prossimo e nello sforzo di maturare delle scelte per la vita.

Propone inoltre una esplicita e particolare esperienza di fede attraverso la spiritualità della STRADA , la celebrazione e il confronto nella COMUNITA’, il SERVIZIO come atto d’amore.

Durante il percorso educativo il giovane si confronta con i tre elementi (STRADA-COMUNITA’-SERVIZIO) complementari ed indissociabili del metodo R/S da cui derivano le concrete attività della Branca.

“SERVIRE” è quindi il motto della Branca ed esprime la convinzione che il vero modo di raggiungere la felicità è procurarla agli altri seguendo l’insegnamento di Gesù Cristo.


COME PARTECIPARE AD UN GRUPPO

Normalmente dopo i campi estivi si ricominciano le attività a settembre, ma l’attività ufficiale inizia dopo, solitamente la branca L/C (8-11 anni) inizia in concomitanza con i festeggiamenti per San Francesco (4 Ottobre) e le altre due branche E/G (12-16) ed R/S (16-21) il sabato successivo. Sono i mesi di settembre/ottobre il periodo più indicato e opportuno per iniziare a conoscere l’attività scout (soprattutto per la fascia d’età 8/16 anni), rivolgendosi direttamente ai capi delle rispettive unità, presso le sedi in cui si svolgono le attività il sabato.
Per l’iscrizione vera e propria, magari dopo un breve periodo di “scoperta”, sarà obbligatorio il censimento associativo, che comprende l’assicurazione e l’abbonamento a una rivista associativa (che varia in base all’età dell’associato). Per l’attività saranno poi necessari alcuni materiali che saranno comunicati all'inizio dell'anno.