Cori parrocchiali

Nella nostra Comunità parrocchiale i momenti liturgici sono animati da tre cori che con repertori e stili diversi svolgono questo prezioso servizio nel rendere più belle e vive le Celebrazioni.

"Chi canta prega due volte"
S. Agostino di Ippona

Coro dei bambini - Voci di gioia

Il coro dei bambini è composto da ragazzi delle scuole elementari che vogliono animare la S. Messa esprimendo nel canto la gioia dell'incontro con Gesù.

E' una realtà ormai storica nella nostra Parrocchia, che tra alti e bassi, presta il suo servizio da almeno vent'anni.

Oggi il coro anima ogni domenica la S. Messa del fanciullo delle ore 11.00. Il suo repertorio varia da canti più tradizionali a canti tratti dalle Messe per bambini

Direttore: Maristella Gaetani - Tastierista: Renato Schito

Prova il ...

Coro dei giovani - Canterò l'amore

Il coro dei giovani nasce nel 1997 con l’esigenza da parte di un nutrito gruppo di giovani di voler animare la S. Messa domenicale, con canti più gioiosi e giovanili rispetto al tradizionale canto liturgico, sulla scia dell’esperienza che nasceva durante le celebrazioni eucaristiche nei campi-scuola estivi. 

Il primo nucleo di quello che in futuro prenderà il nome di coro “Canterò l’Amore”, nasce sotto la direzione di Angelo Pizzi. A causa di diversi problemi, il coro si scioglie negli anni successivi, lasciando la parrocchia priva di questa realtà molto positiva e importante.

Nel 2001, grazie alla volontà del parroco don Fernando Vitali e grazie all’intervento del giovane vice-parroco don Massimo D’Aquino, viene ricreata la realtà del coro giovanile.

Sotto la direzione di don Massimo, il coro diventa numeroso, raccogliendo molti giovani della parrocchia, sia facenti parti di associazioni giovanili diverse come l’AC, l’AGESCI o la Gi.Fra., sia di giovani che non si erano mai avvicinati alla comunità parrocchiale.

Diverse sono le Rassegne natalizie alle quali il coro partecipa, partecipando per due volte alla rassegna natalizia diocesana nella cattedrale di Nardò, oltre ad essere uno dei protagonisti del tradizionale concerto di Natale parrocchiale.
Nella lunga direzione di don Massimo, che va esattamente dal 2001 al 2007, il coro comincia a creare una propria produzione di canti liturgici, che culminerà nel 2007 con la creazione di una raccolta di spartiti per tutto l’anno liturgico.

Alla realizzazione di questo importante lavoro collaborano in prima persona oltre a don Massimo, autore della maggior parte dei testi e delle musiche, anche Andrea Santantonio, che partecipa alla scrittura e all’armonizzazione di numerosi canti.

Il coro cresce ancora di più, ampliando il suo repertorio anche a canti liturgici tradizionali rivisitati in un arrangiamento più giovanile, grazie all’aggiunta di nuovi strumenti come il flauto e il basso. Oltre all’animazione liturgica della messa domenicale, il coro comincia ad animare anche le celebrazioni parrocchiali più importanti durante l’anno liturgico, come il Triduo Pasquale e le Cresime.

Numerose le collaborazioni con altri cori liturgici, soprattutto con il coro “Santa Maria de Paradiso” della Parrocchia S. Giorgio Martire di Racale, con la Schola Cantorum “S. Gregorio Armeno” della Cattedrale di Nardò, e in ultimo con il coro dei Giovani del Convento S. Maria delle Grazie di Soleto.

Il Coro inoltre ha animato la liturgia in ben tre Ordinazioni diaconali e presbiterali oltre che diversi momenti di preghiera diocesani nella Cattedrale di Nardò.

Oggi il coro è composto di una ventina di coristi, tutti non professionisti. Anima tutte le domeniche la S. Messa vespertina nella propria parrocchia e le celebrazioni più importanti dell'anno liturgico (Veglia di Natale e Triduo pasquale).

Direttore: Rossella Manni - Organista: Andrea Santantonio - Chitarra: Stefania Manco - Percussioni: Matteo Bellaluna e Mariagrazia Sicuro - Flauto: Tommaso Troisi

Prova ogni venerdì, alle ore 20.00 in Chiesa Madre.

Coro degli adulti - S. Maria de' Paradiso

La sua storia inizia già nel dopo guerra quando le celebrazioni sono accompagnate con il canto gregoriano, dal solo settore maschile; e sono in quattro a svolgere questo servizio: Causo Mario (“u Mariu Biancu”), Francioso Giovanni (“u Nanni Sonacampane”), Manni Mario (“u Mariu tu chioscu”), e l’organista Gaetani Salvatore (“u Tore”), i quali animano soprattutto le messe di suffragio cosiddette “messe cantate”, distinte dalle “messe lette”, con il canto del “Dies illa” per le quali messe, che sono celebrate solo di mattina, vi è una tariffa riservata a cantori e organista.

Nella metà degli anni ’50, parroco don Giorgio Prete, viene nominato viceparroco il giovanissimo don Giovanni Chirivì, il quale crea un coro stabile composto da sole donne dette “circuline”; sono circa una quindicina tra soprani e contralti, organista sempre Salvatore Gaetani che acquista a sue spese un armonium perché il vecchio organo è rotto e scordato. Questa Schola cantorum, fornita anche di una divisa, anima le liturgie festive e solenni ma anche le funzioni serali (il rosario con le litanie cantate, tridui, settenari, ottavari, novene, tredicine, …); agli inizi degli anni ’60 organista diviene Maristella Gaetani, figlia di Salvatore.

Verso la metà degli anni ’70, parroco don Ottorino Cacciatore, il coro, diretto da don Giuliano Santantonio (allora seminarista), acquista la vera composizione di coro polifonico perché oltre soprani e contralti, vengono introdotti tenori e bassi.

Il coro, così strutturato, si pone nuovi obiettivi per crescere nella musica secondo i doni di ciascuno, ma soprattutto nella fede: trasmettere e rafforzare con il canto i contenuti del Vangelo secondo i talenti che Dio dona a ciascuno.

Divenuto parroco don Giuliano nei primi anni ’80 la direzione del coro è affidata a Franca Bellaluna che rimarrà in questo ruolo fino alla fine degli anni ’90, quando, dopo un brevissimo periodo di incertezza, Maristella assume la direzione del coro e Danila Ciullo diviene l’organista. In questi decenni il coro si stabilizza e si rafforza: sono circa trenta i coristi impegnati nell’animazione liturgica, feriale, festiva ma soprattutto nelle solennità. Si partecipa con successo a numerose rassegne ed eventi sia cittadini sia diocesani.

Oggi il coro è composto da una ventina di persone appassionate di canto, non professioniste, che si propongono di svolgere un servizio di animazione liturgica in seno alla comunità con tutta la propria capacità e generosità. Anima la liturgia prefestiva, il Sabato sera.

Direttore: Rocco Spennato - Organista: Daniele Mastroleo

Prova ogni mercoledì, alle ore 17.30 presso la Chiesa dell'Immacolata